Percorsi e check-point

Si può partecipare alla MyLand MTB NON STOP secondo una delle seguenti lunghezze:

  • 120 km (su un unico anello, dislivello circa 2500 m)
  • 220 km (su un unico anello, dislivello circa 5000 m)
  • 440 km (su un unico anello, dislivello circa 10.000 m)

Si può partecipare alla MyLand ULTRA TRAIL nella lunghezza di

  • 120 km (su un unico anello, dislivello circa 2500 m)

Qualunque lunghezza è da percorrere in senso orario e in modalità individuale, ma nulla vieta a due o più atleti/e di procedere insieme per alcuni tratti o anche per l’intero percorso.
I tracciati dei percorsi verranno resi noti nei particolari pochi giorni prima dello svolgimento (comunque entro martedì 24 aprile 2018), con la pubblicazione delle tracce GPS e dei way-point (formato GPX) e dei quaderni di viaggio (formato PDF) su questo stesso sito, da scaricare liberamente.
Ogni partecipante seguirà il percorso tramite il proprio GPS (sul quale avrà caricato preventivamente traccia e way-point) e tramite il quaderno di viaggio.

Check point

Chi ha partecipato alle edizioni passate o ha comunque esperienza di endurance lo sa. La qualità dei check point (d’ora in poi CP) è importante, avere delle mete intermedie dove si sa di trovare supporto e possibilità di recupero – più o meno veloce dipenderà da voi – è fondamentale. Oltre ad avere i CP segnati sulla traccia gps come way-point, alla partenza vi sarà consegnato un quaderno di viaggio con la descrizione delle caratteristiche di ciascun CP, così saprete per ciascun CP:

  • a quale chilometro è posizionato;
  • se c’è la corrente elettrica;
  • se c’è l’acqua corrente e se è potabile;
  • se c’è la possibilità di fare una doccia calda;
  • se c’è il caminetto col fuoco acceso;
  • se c’è la possibilità di riposarsi con il proprio sacco a pelo;
  • se è raggiungibile in macchina, se è raggiungibile con una macchina fuoristrada o se è isolato in una zona raggiungibile soltanto in bici o a piedi;
  • se i vostri assistenti (se li avete) vi possono lasciare sacchetti per quando ci arriverete (abbigliamento asciutto, roba da mangiare, il sacco a pelo, etc);
  • altre informazioni.

Tutti i CP saranno presidiati da personale delle associazioni locali che collaborano e saranno comunque segnalati, sia in traccia che sul quaderno, anche i semplici rifugi non presidiati, lungo il percorso potrebbero servire anche questi appoggi. Potrete fermarvi ai CP quanto volete, dai 3 secondi necessari per registrare l’orario del vostro passaggio (obbligatorio), fino a numerose ore, magari per lavarvi e dormire. Le ore a vostra disposizione nel frattempo scorreranno, a voi organizzarvi il tempo e la strategia.

Prima di partire potrete portare ai CP – o far portare da un vostro assistente anche durante lo svolgimento – delle borse con cibo, sacco a pelo, vestiti puliti e altri effetti personali, purché si tratti di borse chiuse e non di mille buste e bustine sparse. Ciascuna borsa dovrà avere una targa o una striscia di nastro adesivo col nome del proprietario scritto ben chiaro. Allo stesso modo, vi dovrete organizzare per riprendere le borse dal CP prima che questo chiuda.

In alternativa, per la stessa esigenza potete usufruire di un servizio esterno con un costo extra. In questo caso, in ciascuna borsa, oltre al nome del proprietario, dovrete scrivere anche la lunghezza e il CP di destinazione.
Questo servizio non include lo spostamento della stessa borsa da un CP a un altro e la tariffa sarà da versare nell’importo esatto in contanti (non sarà possibile dare resto) al momento della consegna della borsa all’organizzazione. Non c’è bisogno di prenotare la spedizione delle borse.

Per vedere la posizione dei check point sui profili altimetrici e sulla sequenza dei paesi attraversati vai alla pagina Profili altimetrici e paesi attraversati