MyLand MTB NON STOP è un percorso di endurance in mountain bike nella Sardegna centro-occidentale, nella subregione della Marmilla. Si snoda tra il Monte Arci, il Grighine e l’altopiano della Giara, attraversando numerosi paesi della Marmilla. Tre percorsi ad anello per tutti i gusti, da 440, 220 e 120 km. Un numero di ore massimo da gestirsi in totale autonomia per completare il percorso passando attraverso i vari check point allestiti, basandosi soltanto sulla traccia GPS e sulle istruzioni del quaderno di viaggio. Dopo le prime tre edizioni (2015, 2016 e 2017), la quarta edizione si svolgerà da sabato 28 aprile a martedì 1 maggio 2018. Sarà aperta per la prima volta anche agli atleti e alle atlete a piedi, che negli stessi giorni potranno percorrere l’itinerario da 120 km usufruendo degli stessi servizi di chi partecipa in bici. Le iscrizioni sono aperte.

27.05.2018 – Racconto di Monica Angioni (440 km)

Non ricordo esattamente il giorno in cui ho deciso di affrontare la 440 km di MyLand in solitaria. Avevo questo desiderio da tempo e ne parlavo con Roberto Fanni, compagno di tanti trail e avventure in bici. Non avevo mai pedalato di notte da sola e questo mi sembrava un problema. Avevo pensato di fare delle prove di progressione notturna in solitaria ma purtroppo, per vari motivi, non ho potuto. Sono riuscita a…

25.05.2018 – Racconto di Roberto Seu (220 km)

L’appuntamento era per le 9.15 nell’area di servizio Beyfin di Monastir sulla Statale 131. Corrado si era offerto di traghettarci a Baradili, quartier generale di Myland 2018, tutti e tre sul suo capiente Defender, ma io avevo deciso di partire da solo. Avevo voglia dei miei spazi e del mio tempo per prepararmi. Sono puntuale e Corrado e Luca arrivano dopo due minuti, sono rilassatissimi, con un sorrisone mi chiedono se avessi dormito lì e mi propongono un…

23.05.2018 – Racconto di Federico Sanna (440 km)

La mia MyLand 2018 è iniziata a novembre del 2017, quando mi sono proposto di migliorare il tempo dell’anno precedente di ben 10 ore oltretutto percorrendo 40 km in più. Per questo motivo ho deciso di affidarmi a un vero professionista, Paolo Baduena, per la mia preparazione fisica per la MyLand e per le gare del calendario FCI. Ho iniziato col dotarmi di un mio gps, per fermarmi e accelerare senza dover essere aspettato o…

21.05.2018 – Racconto di Stefano Lupini (220 km)

– Dal 28 aprile al 1 maggio c’è il MyLand, che facciamo? – Io la 120 con Ignazio, tu la 220 da solo, così non ti rallento… Inizia così, con la mia domanda e con la risposta della mia metà l’avventura della manifestazione. Dopo un attimo di comprensibile sbigottimento, un’immagine si manifesta nella mia mente: un tavolino stile Ernesto Calindri e il suo Cynar, seduti Giusi e Ignazio davanti a due bicchieri di…

18.05.2018 – Racconto di Fabrizio Dessì (120 km)

La mia MyLand 2018 è iniziata il 25 aprile 2017, perché il giorno della consegna degli attestati del 2017 sapevo già che mi sarei iscritto all’edizione 2018. Inizia tutto con un racconto che condividi con amici e clienti bikers e non, un anno di attesa senza ancora sapere se percorrere 120, 220 o 440 km. Un compagno di viaggio sicuro era Gianluca Melis, a prescindere dalla distanza da percorrere, anche la mia compagna Giulia Podda…

16.05.2018 – Racconto di Emanuele Marcias (440 km)

Quattrocentoquaranta km è una distanza che per il ciclismo stradale può sembrare abbordabile ma per la mountain bike significa tante cose. La distanza va letta, interpretata, bisogna ragionarci su, metro dopo metro, chilometro dopo chilometro. La mia formazione professionale mi ha portato a ritenere quest’avventura una cosa tosta, da non sottovalutare, ma della quale non avere assolutamente paura. Bisogna pianificare i dettagli, allenarsi a dovere e sperare che la testa regga lo sforzo.…

14.05.2018 – Racconto di Fabrizio Porcu (220 km)

Quest’anno la mia terza MyLand si è rivelata forse la più ricca di emozioni, preoccupazioni e difficoltà. Il mio team si componeva di tre persone: il mio amico Fasol Bike, Edmondo – Mondo – Argiolas, e la mia compagna di vita, Carla Scrugli. Mondo era la prima volta che affrontava una distanza così lunga. Carla invece aveva già fatto dei trail ma mai una MyLand. Alla partenza eravamo super carichi e in particolare Carla, sembrava una…

12.05.2018 – Racconto di Nicoletta Scoizzato (120 km)

Mi sono iscritta alla mia prima MyLand con l’idea di percorrere da sola la 120 km e così di dar modo a mio marito di partecipare alla 220 km in modalità più consona alle sue capacità. Sono un po’ incosciente a voler fare in questo modo e lui è preoccupato a lasciarmi sola, finché  Giusy e Ignazio, che conosco  perché abbiamo pedalato insieme al Sardinia Divide, mi coinvolgono nel formare un terzetto con l’obiettivo di…

Domenica 13 maggio doppio evento a Baradili

Martedì 1 maggio non avete potuto ritirare il vostro attestato di finisher? E’ a Baradili che vi aspetta, potrete ritirarlo domenica 13 maggio, vi consigliamo di arrivare presto, per partecipare a tutte le numerose attività della giornata, come il pranzo con le pizze cucinate nei cortili delle case storiche. Durante la giornata potrete anche acquistare il  completo MyLand o la maglia ultra trail, finalmente disponibili anche senza ordinazione e anche per chi non era…

01.05.2018 – Attestati per i ritirati che hanno percorso almeno 120 km

Chi si è ritirato dalla 220 km e dalla 440 km e ha conservato la traccia GPS di quanto ha fatto, può inviare la traccia attiva via mail e richiedere all’organizzazione l’attestato per la lunghezza inferiore comunque percorsa, equivalente a 120 km o a 220 km. Questa possibilità si basa sulla dimostrazione del passaggio ai CP e non sono ammessi altri intervalli. Per esempio, se Tizio si è ritirato dalla 440 km ma è arrivato…